Abbonamento Musei 2015: dillo a un amico!


Martedì 18 novembre scadeva il termine per prenotare l’Abbonamento Musei Torino Piemonte 2015 tramite il gruppo d’acquisto dell’associazione La Compagnia della Chiocciola onlus.
Al momento il numero di prenotazioni è inferiore a quello degli anni passati, ma abbiamo ugualmente ricevuto molte richieste: circa 1250.
Il numero minimo (1500) necessario per accedere alla tariffa agevolata è vicino. Ci diamo quindi qualche altro giorno di tempo: la prenotazione dell’abbonamento viene prorogata a domenica 23 novembre.
Manca poco per arrivare a 1500, per questo chiediamo l’aiuto di tutti segnalando l’iniziativa ad amici, parenti, colleghi che possano essere interessati. Il passaparola può fare la differenza.

L’abbonamento resta sempre molto conveniente.
E’ vero, il costo dell’abbonamento è aumentato, ma bisogna anche ricordare che sono aumentati i biglietti d’ingresso di molti musei e mostre.
Inoltre quest’anno sono state introdotte alcune importanti novità. Chi richiede l’abbonamento tramite un gruppo d’acquisto riceverà un coupon che ne permetterà l’attivazione anche sul sito internet, oltre che direttamente di persona nei punti del circuito di vendita. Altrettanto importante è che l’abbonamento potrà essere attivato in qualunque momento del 2015, non necessariamente l’1 gennaio, e avrà validità di 365 giorni dal momento dell’attivazione.

Il costo dell’abbonamento tramite gruppo d’acquisto è 47 euro (la tariffa piena è 52 euro).
La Compagnia della Chiocciola non aggiunge nessun ricarico sul costo d’acquisto. Quest’anno le donazioni saranno su base volontaria e verranno destinate al restauro del coro del Duomo di Chieri.

Per aderire (entro domenica 23 novembre) basta inviare nome, cognome, numero di telefono e indirizzo mail ai seguenti recapiti:
segreteria@compagniadellachiocciola.it
349.7210715 (Angelo Gilardi, ore 12,30-14)
347.3773814 (Giuseppe Arruga, ore 18-19,30)

Se raggiungeremo le 1500 tessere, a stretto giro comunicheremo le modalità per il pagamento e la distribuzione, che saranno simili a quelle dell’anno scorso.