Conclusi i lavori a San Domenico


Portale San Domenico

Il portale di San Domenico risplende di luce nuova grazie a Scrigni d’argilla.
E’ stato concluso l’intervento di manutenzione del portale della chiesa domenicana di Chieri. I ponteggi sono stati rimossi, restituendo l’ingresso in tutta la sua bellezza.
I lavori sono stati realizzati dal laboratorio del restauratore Michelangelo Varetto, del consorzio San Luca. Il cantiere è stato seguito anche dall’arch. Simona Gallina per la direzione dei lavori, dell’ing. Fabio Dellavalle per la sicurezza, e dall’Ediliea srl di Biagio Lazzaro, la ditta che ha fornito il ponteggio.
La parte più consistente è stata la rimozione della patina vegetativa diffusa un po’ ovunque sulle formelle in cotto, oggetto anche di interventi di microstuccatura per evitare infiltrazioni. Si è intervenuto inoltre sull’affresco della lunetta per riposizionarne e consolidarne i frammenti. Durante i lavori è emersa una piacevole sorpresa: la scoperta di tracce di colore (giallo e nero) su alcune decorazioni in cotto, caso non unico ma certamente inusuale.
Il cantiere è stato accompagnato da un pannello illustrativo ricco sia di annotazioni storico-artistiche, sia di informazioni tecniche sui lavori in corso.

Il costo dell’intervento, IVA inclusa, era di circa 4500 euro. Gran parte dell’importo è stato autofinanziato grazie all’acquisto cumulativo dell’abbonamento musei promosso a fine 2013 dall’associazione La Compagnia della Chiocciola onlus di Chieri, sottoscritto da oltre 2150 persone.
Dire grazie ancora una volta a chi ha dato fiducia partecipando alla cordata è scontato, ma doveroso.

Conclusa la manutenzione sul portale, il progetto Scrigni d’argilla ha accolto il suggerimento della Soprintendenza di installare un dissuasore antipiccione per salvaguardare l’ingresso di San Domenico.
Il lavoro (900 euro circa) è già stato realizzato da Case Manolino. I dissuasori sono stati installati sulla trifora sopra l’ingresso, e sulle bifore laterali.

I due interventi sulla facciata si aggiungono ai tre svolti a inizio 2014 all’interno di San Domenico: le manutenzioni dell’affresco della Madonna del Latte e del crocefisso ligneo nella sala capitolare, di cui il consorzio San Luca si era fatto carico tramite il meccanismo dei co-finanziamento (in altre parole, ha svolto gratuitamente un lavoro di 1300 euro); e la manutenzione del ciclo di affreschi nella Cappella della Natività (2750 euro).
Il saldo complessivo dei lavori svolti a San Domenico è circa 9500 euro. Non una spesa, piuttosto un investimento sui beni artistici chierese: un patrimonio che non smette mai di raccontarsi a chi ha voglia di ascoltarlo.