Udite udite o rustici, in piazza a Pecetto il 6 giugno


Venerdì 6 giugno (ore 21,30) l’Accademia dei Folli porta in piazza a Pecetto “Udite udite o rustici“, spettacolo di musica-teatro che apre il calendario della Festa delle ciliegie 2014.
L’ingresso è libero. In caso di cattivo tempo il recital si svolgerà ugualmente, all’interno della Chiesa dei Batù.

 

“Udite udite o rustici” ruota intorno alla divertenti vicende di un “mercadante, venduta che ha la mercanzia sua, e evutine i clienti suoi gran danni e beffe, di fretta e con uno astuto stratagemma dal mercato immanente si parte“.
Una voce narrante in prosa moderna fa da cornice alla scena di un mercato medievale, dove imbonitori e venditori ambulanti si fanno concorrenza. I personaggi assomigliano a dei menestrelli che in un linguaggio volgare dell’epoca propongono miracolosi elisir, unguenti e prodotti assai bizzarri, tra l’interesse della gente e le recriminazioni dei truffati. Il tutto scandito dagli intermezzi musicali con celebri canzoni: da Largo al Factotum all’Alleluja, da Alla fiera dell’est di Branduardi al Gorilla di De André.

Ispirato a fonti due-trecentesche quali Giovanni Boccaccio e Ruggieri Apugliese, “Udite udite o rustici” è un testo originale di Emiliano Poddi, eclettico scrittore già selezionato per il Premio Strega con il suo romanzo d’esordio nel 2008.
In scena si esibiscono Gianluca Gambino, Enrico Dusio e Carlo Roncaglia, con Enrico De Lotto, Vince Novelli e Giò Dimasi. La regia è di Carlo Roncaglia.

 

Pecetto, 6 giugno, piazzale Roma, ore 21,30
Ingresso gratuito
Info: 011.0740274, www.accademiadeifolli.com, info@accademiadeifolli.com
A cura di: Accademia dei Folli.